Cosa sono i Science-Based Target (SBT)?

Gli SBT sono un approccio per definire gli obiettivi di riduzione delle emissioni per le aziende. Diversamente dai tradizionali «potential-based targets», gli SBT si basano su un approccio «top-down»: si concentrano sulla quantità di emissioni da ridurre per raggiungere gli obiettivi dell’Accordo di Parigi – il contenimento del riscaldamento globale a 1,5°C. Lo standard net-zero lanciato nel mese di ottobre 2021 offre inoltre alle aziende un framework su basi scientifiche per definire obiettivi climatici ambiziosi e concreti, con l’obiettivo a lungo termine delle emissioni zero netto.

La forza motrice dietro agli SBT è la Science-​Based Targets Initiative (SBTi). Si tratta di un’iniziativa congiunta di CDP, UNGC, WRI e WWF che sviluppa metodi e criteri per un’effettiva protezione nelle aziende e convalida gli obiettivi aziendali. Questi obiettivi devono tenere conto delle emissioni scope 1 e 2, conformemente allo standard Greenhouse Gas Protocol. Se le emissioni scope 3 di un’azienda superano il 40 percento delle emissioni complessive rientranti negli scope 1, 2 e 3, gli obiettivi devono coprire anche lo scope 3.

Science-based Targets - Grafik zur Beschreibung der3 scopes

Inoltre, gli obiettivi aziendali devono concentrarsi sulle riduzioni delle emissioni nell’ambito della propria catena del valore. Gli offset e le emissioni evitate non sono conteggiati negli obiettivi science-based. Rappresentano un’opzione volontaria e un impegno supplementare per un contributo finanziario alla riduzione delle emissioni attraverso gli SBT.

Per informazioni più dettagliate consultare i criteri SBTi.

La SBTi ha elaborato anche uno standard net-zero per le aziende, che offre una chiara definizione su basi scientifiche di zero netto ed è un primo framework a livello mondiale nell’economia privata per fissare ambiziosi obiettivi zero netto a lungo termine su basi scientifiche.

Requisiti centrali dello standard net-zero

  1. Perseguire riduzioni delle emissioni incisive e rapide

    Per riuscire a contenere efficacemente l’aumento della temperatura globale a 1,5°C, occorrono misure tempestive e incisive in grado di ridurre le emissioni nella catena del valore. Per questo motivo lo standard net-zero compre l’intera catena del valore di un’azienda attraverso le emissioni scope 1, scope 2 e scope 3. L’inclusione delle emissioni indirette (scope 1 e scope 2) richiede dalla maggioranza delle aziende una drastica decarbonizzazione di almeno il 90 percento, per raggiungere lo standard zero netto.
     
  2. Sono necessari obiettivi climatici a breve e lungo termine

    Le aziende che desiderano conformare i loro obiettivi climatici allo standard net-zero devono definire obiettivi sia a breve che a lungo termine, fondati su basi scientifiche. Bisogna pertanto definire obiettivi a breve termine, ridurre le emissioni il più presto possibile e in modo sensibile, per – nel migliore dei casi – dimezzare le emissioni delle aziende entro il 2030. Occorrono anche obiettivi a lungo termine che consentano di raggiungere lo zero netto entro il 2050, compensando tutte le emissioni residue che non è possibile evitare.
     
  3. Nessuna pretesa di emissioni zero netto fino a quando sono raggiunti gli obiettivi a lungo termine.

    La maggioranza delle aziende deve ridurre le emissioni di almeno il 90 percento entro il 2050. Anche se un’azienda si pone obiettivi di riduzione ambiziosi e a lungo termine e si adopera per rispettarli, è considerata un’azienda zero netto solo quando ha raggiunto tali obiettivi.
     
  4. Agire oltre la catena del valore

    Lo standard net-zero consiglia alle aziende di effettuare investimenti – ad esempio attraverso progetti per la tutela del clima – anche al di fuori della catena del valore, per contenere il cambiamento climatico. Questi investimenti non devono tuttavia sostituire più incisive riduzioni delle emissioni all’interno dell’azienda. Sono invece un complemento degli ambiziosi obiettivi climatici fissati e ribadiscono in tal modo l’impegno dell’azienda per lo zero netto entro il 2050.

Maggiori informazioni sugli obiettivi science-based qui.

Fonti:Ambitious corporate climate action - Science Based Targets 2021
The Net-Zero Standard - Science Based Targets 2021

Con i calcolatori di CO₂ di myclimate potete calcolare e compensare le emissioni di CO₂.

 

Compensare ora

Condividere

Rimanga informato/a!