Ma cosa significa «clima»?

Gli scienziati intendono con il termine «clima» le condizioni meteorologiche. Sebbene questo termine sia piuttosto astratto, la sua azione è molto reale. Qual è la differenza tra meteo e clima? E quali sono i fattori climatici?

Qual è la differenza fra meteo e clima?

Grafic discring temperature progression in Paris-Montsouris in June 2019

Infoclimat.fr (2019). Temperature progression in June 2019 in Paris Retrieved on 13.11.20 from www.infoclimat.fr/observations-meteo/archives/1er/juin/2019/paris-montsouris/07156.html.

Meteo

Le condizioni nell’atmosfera che possiamo percepire e sentire attivamente sono manifestazioni meteorologiche (p.es. temperatura, precipitazioni, umidità dell’aria, velocità e direzione dei venti ecc.). Queste manifestazioni fanno sempre riferimento a un periodo di tempo relativamente breve di qualche ora, giorno o settimana e vengono indicate per una determinata località o regione. Le modifiche del meteo di grande ampiezza (ambito di oscillazione) e velocità sono normali, p.es. il ritmo giorno-notte o le stagioni.

Clima

Per «clima» si intendono le correlazioni delle manifestazioni meteorologiche in una località selezionata, in una grande regione o anche su tutto il pianeta per un periodo di almeno 30 anni. Questo periodo viene definito «climatico normale». Per effetto del lungo orizzonte temporale il clima è un sistema stabile e lento; se si verificano dei cambiamenti, questi sono sensibilmente più lenti e anche il margine di oscillazione è sensibilmente minore. Il clima è determinato da diversi fattori.

 

Fattori climatici

Il clima prevalente del nostro pianeta è determinato dai seguenti fattori fisici:

Atmosfera

La composizione dei gas presenti nell’atmosfera è determinante per la temperatura media globale.

Sole

Stella al centro del nostro sistema solare. Le radiazioni rilasciate dal sole sono soggette a oscillazioni.

Acqua

Importanti correnti, come quella del Golfo, influenzano il clima di interi Paesi.

Circolazione atmosferica

Distribuisce gas, trasporta acqua e assicura lo scambio energetico globale.

Paesaggio e vegetazione

I rapporti che interessano il suolo e la vegetazione definiscono quante radiazioni vengono assorbite dalla superficie terrestre.

Tettonica

Lo spostamento delle masse di terra influenzano la quantità di radiazioni che finiscono nei mari e sul suolo.

Eccentricità (cicli di Milankovic)

L’orbita terrestre nel corso di circa 100 000 anni diventa più rotonda e poi di nuovo ellittica.

Precessione

Fra circa 21 000 anni l’asse terrestre oscillerà come una trottola sul suo asse verticale.

Pendenza dell’asse terrestre

L’angolo dell’asse terrestre varia nel corso di 41 000 anni da 22,5 a 24 gradi.

Il clima nella sua complessità è il risultato di tutte queste condizioni quadro. Un’alterazione dei fattori climatici comporta quindi anche un cambiamento del clima terrestre. Quest’alterazione ha luogo quando tutti i fattori climatici cambiano sia contemporaneamente sia singolarmente. A seconda del fattore climatico, l’alterazione si manifesta nell’arco di pochi decenni fino a centinaia di migliaia di anni.

 

Il clima sulla terra

Un ruolo centrale per il clima dominante è l’atmosfera e la sua composizione.

La vita sulla terra è assicurata da questo involucro di gas, che ci protegge dagli agenti esterni.

Nel suo strato inferiore, la «troposfera», si verificano gli eventi meteorologici.

Lì i venti assicurano lo scambio termico tra regioni calde e fredde. L’atmosfera contiene oltre ai componenti principali (ossigeno e azoto) anche i gas serra vapore acqueo (H2O), biossido di carbonio (CO₂), metano (CH4) e protossido di azoto (N2O).

Questi cosiddetti gas serra possiedono la proprietà fisica di assorbire le radiazioni termiche a onda lunga rilasciate dalla superficie terrestre e di emetterle nuovamente. Parte di queste radiazioni vengono rispedite sulla superficie terrestre. L’importante è che la quantità di energia assorbita dall’atmosfera corrisponda a quella rilasciata, affinché sia possibile avere una temperatura media costante

Questo processo naturale viene definito effetto serra e provoca l’aumento della temperatura media globale di circa 33 °C

Circa due terzi sono causati dal vapore acqueo. I restanti 11 °C sono dovuti alle concentrazioni limitate, ma pur sempre significative, di CO₂, CH4 e N2O nell’atmosfera.

Per questo sulla terra possiamo godere di una temperatura media globale piacevole di +15 °C, e non di circa -18 °C. Questa temperatura verrebbe meno senza l’effetto serra naturale.

Con i calcolatori di CO₂ di myclimate potete calcolare e compensare le emissioni di CO₂.

 

Compensare ora

Rimanga informato/a!