Filtri in ceramica per acqua potabile pulita nel Laos

Tipo di progetto: Acqua (pulizia e risparmio)

Sede del progetto: Vendita in tutto il Laos, produzione a Thakhek e Pakse

Stato del progetto: In corso, certificati disponibili

Riduzione CO₂ annuale: 25 000 t

Questo progetto di protezione del clima prevede la produzione locale di filtri per l’acqua in ceramica, consentendo in tal modo alla popolazione rurale del Laos di avere un accesso sicuro all’acqua potabile pulita. La riduzione del disboscamento consente al CO₂ di restare immagazzinato, a vantaggio degli ecosistemi forestali locali. Grazie al progetto, si diminuiscono il rischio di malattie diarroiche e i pericoli per la salute di donne e bambini a causa dell’inquinamento dell’aria interna alle abitazioni; il progetto migliora anche la situazione economica dei nuclei familiari.

Sebbene in Laos ci sia abbondanza di acqua di superficie, questa è spesso inquinata e di qualità insufficiente per l’uso quotidiano, soprattutto nelle regioni rurali. Circa il 30 percento della popolazione del Laos non ha accesso all’acqua potabile pulita e di conseguenza è obbligata a disinfettare l’acqua da bere tramite bollitura. Di norma, ciò avviene utilizzando legna da ardere proveniente da foreste gestite in modo non sostenibile o da fonti di energia fossili. Tuttavia, molte persone non possono permettersi nemmeno questo e sono pertanto obbligate a bere acqua insalubre. Nel Laos rurale, le cause principali di mortalità infantile al di sotto dei cinque anni sono malattie evitabili e che vengono contratte a causa dell’acqua non pulita.

TerraClear, partner di myclimate, persegue l’obiettivo di rendere possibile a più persone l’accesso all’acqua potabile pulita mediante la realizzazione e la distribuzione di filtri per l’acqua in ceramica. Grazie al filtro per l’acqua in ceramica, una famiglia è in grado di produrre autonomamente ogni giorno la propria acqua potabile, senza dover far ricorso a sostanze aggiuntive. I filtri purificano l’acqua dai microorganismi nocivi mediante la porosità della ceramica, con una portata media di tre-cinque litri di acqua potabile all’ora.

Nella stagione delle piogge abbiamo bisogno di acqua piovana, nella stagione delle secche ci serve acqua di fiume dal Mekong. Grazie al filtro non abbiamo più mal di pancia e malattie.

Mr. Ko (padre), proprietario di un filtro in ceramica nel villaggio di Khaphao Phonchapa

Questi filtri in ceramica non solo consentono di accedere ad acqua potabile pulita, ma riducono anche i tempi di bollitura dell’acqua insalubre e di raccolta della legna da ardere. Grazie al progetto si riducono le spese per l’economia domestica locale, il tasso di mortalità infantile diminuisce e si incrementa il benessere delle persone, le quali non sono più soggette all’irritazione delle vie respiratorie causate dal fumo del fuoco aperto. Inoltre, grazie al risparmio di tempo aumenta anche la produttività e il tasso di frequenza dei ragazzi a scuola.

Produzione dei filtri e riduzione dei rifiuti di plastica

I filtri vengono prodotti in una fabbrica di Pakse mescolando materiali locali (argilla grezza e lolla di riso) e dando loro forma tramite pressatura. Ogni filtro viene accuratamente levigato ed analizzato alla ricerca di imperfezioni che potrebbero creare problemi dopo la combustione. Grazie alla durata pluriennale dei filtri per l’acqua in ceramica, si impiegano e quindi si smaltiscono minori quantità di bottiglie di plastica. I recipienti di plastica blu nei quali sono appesi i filtri e in cui viene conservata l’acqua filtrata sono resistenti e duraturi. Nel Paese non vi sono ancora programmi di riciclaggio; tuttavia i pochi recipienti che vengono sostituiti o inavvertitamente rotti sono generalmente riutilizzati per altre esigenze di tipo domestico.

Attraverso gli introiti derivanti dai certificati di CO₂, i filtri per l’acqua in ceramica vengono forniti ad abitanti di regioni difficilmente accessibili, il loro impiego viene incentivato nelle scuole e si attuano misure per incrementare la consapevolezza degli effetti positivi dell’impiego dei filtri in ceramica. In tal modo si migliora la salute della popolazione del Laos, si tutelano ecosistemi a rischio e si favorisce la situazione economica della popolazione rurale.

Questo progetto contribuisce a cinque OSS:

Oltre 200 000 persone riferiscono che dopo l’installazione del filtro per l’acqua hanno beneficiato di una minore formazione di fumo nella loro cucina.

Fino ad oggi si sono venduti 70 181 filtri d’acqua e si è migliorato l’accesso all’acqua potabile pulita a oltre 400 000 persone.

74 posti di lavoro a tempo pieno sono stati creati, di cui 25 per donne.

I filtri dell’acqua hanno consentito di risparmiare finora 179 615 tonnellate di CO₂ (dato certificato).

L’impiego dei filtri per l’acqua consente di risparmiare circa 80 000 tonnellate di legna da ardere ogni anno.

Situazione senza progetto

Trattamento dell’acqua tramite bollitura con legna da ardere e carbon fossile gestiti in modalità non sostenibile

Documentazione

Standard di progetto

Numero progetto

7233

Rimanga informato/a!