Sistemi di essiccazione efficienti fanno risparmiare legna in Malawi

Tipo di progetto: Fornelli efficienti

Sede del progetto: Malawi

Stato del progetto: Terminato, certificati disponibili

Riduzione CO₂ annuale: 197 645 t

Il progetto di protezione del clima riduce le emissioni di CO₂ da un lato mediante la sostituzione di forni tradizionale con modelli più efficienti, dall’altro realizzando più efficaci impianti di essiccazione del tabacco. Entrambe le misure riducono la quantità di legno non rinnovabile e quindi contribuiscono a diminuire il disboscamento.

Nel Malawi rurale, oltre il 90 percento della popolazione continua a cucinare con i tradizionali camini aperte a tre pietre, i quali consumano grandi quantità di legna da ardere. Il progetto supportato da myclimate prevede la distribuzione di quattro tipi di forni che bruciano la legna in modo più efficiente, migliorano il trasferimento di calore e l’efficienza di combustione e sono più puliti e sicuri: un forno in ceramica portatile, un forno a installazione fissa (entrambi per i nuclei familiari rurali), un forno per le zone urbane e della periferia e un forno per istituzioni come scuole, collegi, prigioni e ospedali. I forni sono stati sviluppati per il loro impiego specifico. Ciò consente un risparmio di legna da ardere di fino al 50 percento, una quota importante in un Paese come il Malawi, che negli ultimi decenni si stima abbia perso il 70 percento della propria superficie forestale. I nuovi fornelli consentono inoltre di ridurre il tempo dedicato alla raccolta della legna da ardere e prevengono le emissioni di fumo nelle cucine: la fuliggine è causa di milioni di decessi all’anno, dovuti a malattie delle vie respiratorie, soprattutto tra donne e bambini.

Oltre alla combustione inefficiente della legna per la cottura, il motivo principale dell’immenso disboscamento in Malawi è l’essiccazione del tabacco. Questa pianta è il principale bene d’esportazione del Malawi e la più importante fonte di reddito. I piccoli contadini coltivano ciascuno circa 10 000 metri quadrati di terreno (l’equivalente di uno-due campi da calcio) e fanno essiccare il tabacco in impianti tradizionali e scarsamente efficienti, riscaldati con legna proveniente dalle foreste vicine. La costante crescita in questo settore accelera direttamente il tasso di disboscamento e conduce quindi indirettamente a erosione del suolo e ruscellamento, abbassamento del livello delle falde acquifere e interramento dei fiumi, con ripercussioni sul ciclo alimentare. Il cosiddetto «Rocket Barn» del progetto di protezione del clima è un sistema di essiccazione abbordabile e maggiormente efficiente, in grado di ridurre il consumo di legna di oltre il 60 percento. Questo più moderno impianto di essiccazione è stato sviluppato localmente, viene prodotto con materie prime disponibili in loco e presenta un elevato grado di efficienza.

La rinuncia a materie prime estere e a complicati strumenti garantisce una vasta distribuzione nella regione. Inoltre, le minori spese per la legna da ardere aumentano i budget familiari. Entrambe le tecnologie (forni e impianti di essiccazione), sviluppate e realizzate dall’organizzazione del MalawiHestian Rural Innovation Development, incentivano le competenze artigianali e creano posti di lavoro nelle regioni rurali.

Ottenuto sinora:

  • OSS 3: 125 730 beneficiano di una migliore qualità dell’aria
  • OSS 4: 1 350 persone hanno imparato a cuocere in modo più efficiente e i ragazzi hanno più tempo da dedicare ai compiti
  • OSS 7: 30 950 fornelli efficienti installati
  • OSS 8: 1 076 posti di lavoro creati
  • OSS 15: 168 800 t di legno risparmiate o 1 140 ha di superficie forestale tutelata

Situazione senza progetto

Consumo di legna da ardere non rinnovabile

Standard di progetto

Premi

Numero progetto

7158

Rimanga informato/a!