Cos’è il mercato delle emissioni?

In Europa, America del Nord, Australia e Nuova Zelanda sono stati introdotti dei sistemi nazionali e regionali di scambio di quote di emissione per regolamentare le industrie caratterizzate da un elevato fabbisogno energetico e da elevati livelli di emissione attraverso un meccanismo di mercato, che riguarda tuttavia solo pochi settori. Il mercato delle emissioni riduce in base a principi economici di mercato le emissioni di gas nocivi per il clima, stimolando così gli investimenti in tecnologie ecologiche.

Esiste un «mercato vincolante» e un «mercato volontario».

Nel «mercato vincolante» gli Stati assegnano ogni anno a tutte le aziende tenute a rispettare il mercato delle emissioni una determinata quantità di quote di emissione, che è inferiore rispetto alla quantità di emissioni prodotte dalle stesse aziende. Le riduzioni restanti devono essere raggiunte da queste aziende mediante misure di risparmio energetico o acquistando le quote di emissione da aziende che non ne hanno bisogno, avendo queste già intrapreso misure di risparmio energetico in maggiore quantità. Attraverso un prezzo di mercato elevato delle quote di emissione si intende quindi stimolare le aziende a intraprendere delle misure di risparmio.

Il «mercato volontario» consente la compensazione delle emissioni al di fuori delle norme statali per le aziende, le organizzazioni e gli individui consapevolmente responsabili.

Altre informazioni interessanti sul cambiamento climatico e sulla protezione del clima in Svizzera sono disponibili nel nostro opuscolo sul clima

Con i calcolatori di CO₂ di myclimate potete calcolare e compensare le emissioni di CO₂.

 

Compensare ora

Rimanga informato/a!